Photos

Photographer's Note

Racchiuso nella zona più interna della sempre più urbanizzata città, il centro storico di Padova è ricco di monumenti bellissimi ed importanti, ed è attraversato da vicoli stretti e dall'atmosfera antica, sui quali si affacciano pregevoli palazzi e case nobiliari. Questa è la casa dove abitò il poeta Dante durante il suo esilio da Firenze. Ed è proprio in esilio che Dante scrisse tutte le sue maggiori opere.
Nel 1308, in latino, compone un trattato sulla lingua e lo stile: il De vulgari eloquentia, nel quale passa in revisione i differenti dialetti della lingua italiana e proclama di non aver trovato «l’odorante pantera dei bestiari» del Medioevo che cercava, ivi compresi il fiorentino e le sue imperfezioni. Pensa di aver captato «l’insaziabile belva in quel volgare che in ogni città esala il suo odore e in nessuna trova la sua tana». Fonda la teoria di una lingua volgare che chiama «illustre», che non può essere uno dei dialetti locali italiani ma una lingua frutto del lavoro di pulizia portato avanti collettivamente dagli scrittori italiani. È il primo manifesto per la creazione di una lingua letteraria nazionale italiana.

Enclosed into the inner zone of of the city, the historical center of Padua is embellished by beautifulst and important monuments, it is crossed from ancient atmosphere tight alleys', on which rise old palaces and noble houses. This is the house where Dante the poet lived during his exile from Florence. And during the exile he wrote all his greater works.

baddori, jlbrthnn, skippy007 has marked this note useful

Photo Information
Viewed: 1614
Points: 16
Discussions
Additional Photos by Simonetta Gasparini (BluSimo) Gold Star Critiquer/Gold Note Writer [C: 576 W: 4 N: 1591] (9392)
View More Pictures
explore TREKEARTH