Photos

Photographer's Note

Sentiero Durer

Fino al secolo scorso l’Adige, privo di argini e sovralimentato dal Noce era soggetto a continue inondazioni e proprio la loro frequenza costringeva il viaggiatore a prendere la via alternativa per permettere di evitare gli impaludamenti per raggiungere Verona o Venezia. Questa via alternativa denominata “Semita Karoli” era una strada impervia tracciata già in epoca romana, alla quale fanno riferimento fonti antiche altomedioevali e medioevali.
Nel 1494 il pittore Albrecht Durer nei suo primo viaggi dalla Germania in Italia per recarsi a Venezia in seguito alla documentata alluvione, dopo aver probabilmente soggiornato in un albergo di Egna e sostato al “Klosterle” di San Floriano dalla piazza di Laghetti (mt 213) deviò lungo Il sentiero per Pochi Superata la forra del rio Lauco attraversò il ponte detto romano attraversò Pochi di Salorno, salì fino al passo del Sauch (m 915), proseguì per il Lago Santo (m. 1200) scese a Cembra, Faver, castello di Segonzano (nei luoghi dove esegui i famosi acquarelli) fino ad arrivare alle Piramidi d Segonzano. Questo percorso storico, conosciuto oggi come il sentiero del Durer fa rivivere, a chi lo percorre, le emozionanti scoperte paesaggistiche dei viandanti di un tempo.

Lago Santo

Il lago si trova accanto al Rifugio Alpino a quota 1208 m.s.I.m. nella conca spartiacque, ed è dovuto all'erosione che il ghiacciaio ha scavato nel portico. lungo 210 metri, largo 180, profondo 15 ed è popolato di varie specie di pesci.
Dentro l'acqua si scorgono tronchi d'albero abeti, larici, di cui non si conosce la provenienza. La leggenda racconta che qui un tempo si trovava un bosco lasciato in eredità a tre fratelli. La spartizione causò liti interminabili tanto che uno dei contendenti esasperato esclamò: “ma che diventi un Lago !”. Per incanto l'auspicio divenne realtà e l'acqua prese a salire, straripò minacciando la sottostante borgata di Cembra. La popolazione, spaventata, ma fiduciosa nella sua fede, salì in processione e il pievano gettò nell'acqua del nuovo lago l’Anello della Madonna della Pieve. Subito l'acqua si quietò distendendosi in uno splendido specchio azzurro che prese il nome di Lago Santo.
Poco oltre, sulla strada che va al Lago, sorge dal 1958 la cappella dedicata alla Madonna degli Alpini con la statuina in bronzo opera di D. Fozzer.

albertopiubello, Silvio1953 has marked this note useful

Photo Information
Viewed: 2063
Points: 6
Discussions
Additional Photos by andrea grigolo (grigand) Gold Star Critiquer/Gold Star Workshop Editor/Gold Note Writer [C: 957 W: 93 N: 1816] (20290)
View More Pictures
explore TREKEARTH