Photos

Photographer's Note

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Un veliero è una nave a vela che per la propulsione sfrutta principalmente (un tempo esclusivamente) l'azione del vento. Il termine "nave" indica una qualsiasi imbarcazione galleggiante di grandi dimensioni. In senso stretto indica però con veliero si intende una nave a tre alberi più bompresso, armato con vele quadre.

Un veliero è composto essenzialmente dallo scafo e dall'alberatura. Nonostante ne esistano e ne siano esistiti molti in acciaio o con costruzione composita, qui ci riferiamo alla costruzione tradizionale in legno. L'intelaiatura interna è composta essenzialmente dalla chiglia, la trave di legno che ne costituisce la spina dorsale, e dalle ordinate, che determinano la larghezza della nave. Queste ultime possono essere di varia forma, a V o a U, a seconda della posizione e delle linee della nave. Il fasciame, che cinge la nave, è realizzato con tavole di legno di varia larghezza, lunghezza e spessore. Nell'intercapedine tra due tavole, detta comento, c'è della stoppa incatramata, che viene inserita con l'operazione detta calafataggio, per assicurare l'impermeabilità dello scafo. Le suddivisioni interne dello scafo, in senso orizzontale, sono detti ponti. Il più alto ponte continuo è detto "di coperta"; i successivi vengono chiamati ponte di primo corridoio, di secondo corridoio e così via. In una nave da guerra sono invece noti come ponte di prima batteria, di seconda batteria e via dicendo. Le sovrastrutture, limitate in senso longitudinale ma non trasversale (che vanno cioè da banda a banda) sono dette "casseri" ("castello" nel caso di quella di prua). Se sono limitate anche trasversalmente, prendono il nome di "tughe". Gli alberi sono fissati sulla chiglia e salgono in maniera perpendicolare allo scafo o quasi, salvo il bompresso, che segue una linea inclinata, sporgendo in maniera diagonale a prora.

Tutte le imbarcazioni che montano una vela hanno almeno un albero. Riferendoci ai grandi bastimenti avremo, di solito, quattro alberi. Partendo dalla poppa e andando verso prora, sono detti di mezzana, maestra e trinchetto. Il quarto albero, come già detto, sporge in diagonale oltre la prora della nave, e viene chiamato bompresso. Essi sono sostenuti dalle sartie, che sostengono l'albero trasversalmente, e dagli stralli che li sostengono longitudinalmente. Nel caso di velieri di grandi dimensioni, gli alberi sono fatti in più pezzi: tronco maggiore, albero di gabbia, alberetto e così via. Nel punto di congiunzione fra i vari spezzoni c'è una piattaforma detta "coffa" o "crocetta", a seconda della posizione sull'albero, e che ha lo scopo di dare quartiere alle sartie superiori, e di ospitare eventuali vedette. Sugli alberi, montati a formare una croce con questi ultimi, ci sono svariati pennoni a cui vengono inferite le vele. Le vele sono fatte di tela olona (tessuta con una tecnica particolare). Di solito esse sono in canapa, lino o cotone. Le prime due sono usate per fabbricare vele di ogni dimensione. Il cotone, invece, si adopera per vele di piccole dimensioni. Le vele possono essere quadre o triangolari (dette anche "di taglio").

ENGLISH

From Wikipedia, the free encyclopedia.
A sailing ship is a sailing ship which uses mainly for propulsion (once only) the action of the wind. The term "ship" means any boat floating large. Strictly speaking, however, indicates ship means a vessel with three masts over the bowsprit, armed with square sails.

A ship from the hull and consists essentially dall'alberatura. Although there have been many and there are steel or composite construction, we refer here to the traditional wood construction. The internal frame is made primarily from the keel, the wooden beam that forms the backbone, and by the ordinates, which determine the width of the ship. The latter can be of various shapes, V or U, depending on the position and lines of the ship. The shell that surrounds the ship, is made of wooden planks of varying width, length and thickness. In the interspace between two panels, said seam, there is the tow tarpaulin, which is inserted with the operation of said caulking, to ensure water resistance of the hull. The internal subdivisions of the hull, in a horizontal direction, are called bridges. The highest continuous deck is known as the "blanket", the following are called bridge of the first corridor, of a second passage and so on. In a warship are known as the Gateway first battery, second battery and so on. The superstructure, but not limited in the longitudinal transverse (ie ranging from a banda banda) are called "molds" ("castle" in the case of the bow). If they are limited even transversely, are called "deckhouses". The trees are set on the keel and climbs steadily or nearly perpendicular to the hull except the bowsprit, which follows a line sloping bow protruding in a diagonal.

All vessels fitted with a sail have at least one tree. Referring to the large ships will, usually, four trees. Starting from the stern and going forward and are called the mizzen, mainsail and jib. The fourth shaft, as already said, protrudes diagonally over the bow of the ship, and is called bowsprit. They are supported by the shrouds that support the tree transversely and longitudinally by stays that support them. In the case of sailboats large, the trees are made in several parts: trunk greater, topmast, topmast and so on. In the junction point between the various sections there is a platform called "crow's nest" or "cross", depending on the position on the shaft, and which has the purpose of giving the neighborhood to the shrouds superiors, and to accommodate any headliner. Trees, mounted to form a cross with them, there are several yards to which the sails are hoisted. The sails are made of sailcloth (woven with a special technique). They are usually made of hemp, linen or cotton. The first two are used to make sails of all sizes. The cotton, however, endeavor to sail small. Sails can be square or triangular (also called "cutting").

Photo Information
Viewed: 1546
Points: 58
Discussions
  • None
Additional Photos by Marino Rubinich (kennyblack) Gold Star Critiquer/Silver Workshop Editor/Gold Note Writer [C: 361 W: 16 N: 946] (4207)
View More Pictures
explore TREKEARTH